La biblioteca di Papa Francesco in edicola col Corriere della Sera - Scrigno Magazine


Pubblicato: Mer, 7 Mag , 2014

La biblioteca di Papa Francesco in edicola col Corriere della Sera

Dall’8 Maggio saranno in edicola, con Corriere Della Sera, i 20 libri preferiti da Papa Francesco.

papa_15_flat

Da qualche mese è scivolato, con cambiamenti radicali e storici, il primo anno di pontificato di Papa Francesco. La chiesa cattolica e i cristiani hanno ritrovato nel pastore argentino nuova linfa per riavvicinarsi alla fede, che in molti stavano perdendo o già perduto. Ebbene numerose sono state le iniziative dedicate a Bergoglio, cognome anagrafico di Francesco, e tra fumetti, documentari e articoli spicca questa grande opera di sicuro pregio e valore, culturale prima che religioso. Oggi, infatti, ci ritroviamo qui a crivervi di una nuova iniziativa targata Corriere della Sera, quotidiano da sempre attento alla diffusione di opere di approfondimento culturale eccezionali ed esclusive. Questa volta si tratta di una raccolta  di 20 libri cari a Papa Francesco,(LINK al mini sito dedicato all’iniziativa http://goo.gl/Yu3fzz) opere su cui si è formato il suo pensiero. I libri cartonati avranno un formato 12,5 x 19, sovraccoperta e segnalibro.

Il primo volume, sarà in edicola col quotidiano a partire dall’8 Maggio 2014 al prezzo di € 10,90 ma, come accaduto per Grandangolo (Altra collana del Corriere) sarà disponibile anche in E-Book a partire da 4,99 € nei migliori store digitali e nell’App per l’IPad “Biblioteca del Corriere”. La prima uscita è “Tardi ti ho amato” di Ethel Mannin. La scelta dei testi da pubblicare è dovuta al certosino lavoro di Antonio Spadaro, gesuita, direttore della rivista La Civiltà Cattolica, che ha selezionato le opere scovando le preferenze letterarie del Pontefice tra archivi,vecchie interviste e colloqui privati da lui stesso avuti con Francesco. Le uscite includeranno opere di artisti di grande fama volendone citare alcuni: Fëdor Dostoevskij, Sant’Agostino, Alessandro Manzoni ma anche altri sconosciuti o quasi in Italia come: Mannin, Marechal, Milia, i cui libri sono stati ritradotti o tradotti per la prima volta in quanto irrintracciabili in Italia. Come già anticipato qualche riga più in alto, ciascun libro sarà accompagnato dalla prefazione di un diverso autore tra i tanti: Jorge Milia, lo stesso Antonio Spadaro, José Maria Poirier che  conoscendo direttamente Jorge Mario Bergoglio, offriranno una loro testimonianza capace di far comprendere al lettore il motivo per cui quel libro ha contribuito a formare il suo pensiero.  Le prime 3 uscite saranno: Come anticipato, 8 Maggio 2014 – Tardi ti ho amato di Ethel Mannin, la seconda è invece prevista per il 15 Maggio e sarà “Il padrone del mondo” di Robert Hugh Benson con prefazione di José Hernán Cibils, il 22 Maggio potrete trovare allegata al quotidiano “Memorie del sottosuolo” di Fëdor Dostoevskij con prefazione a cura di Jorge Milia.





Informazioni sull'autore

- Raffaele Cecoro ([email protected]) Casertano, laureato in giurisprudenza con una forte passione per la scrittura e per la letteratura. Da qualche mese ha cominciato la stesura del suo primo romanzo e nel tempo libero redige un blog letterario multitematico, il suo stile è un ibrido di humor e serietà.