EDITORIALE| Odio, guerre, terrore, oppure… - Scrigno Magazine


Pubblicato: Mar, 24 Nov , 2015

EDITORIALE| Odio, guerre, terrore, oppure…

Da tempo immemorabile la Storia Umana è stata segnata da violenze di ogni tipo per il primato, la supremazia, la prevaricazione o la sottomissione. Il tutto sempre rapportato alle parole d’ordine nemici, miscredenti, infedeli, barbari.

kenya-garissa-scrigno-di-stelle-magazine

Una ragazza soccorsa durante la Strage di Garissa (Kenya) avvenuta il 2 aprile 2015 presso il campus dell’università omonima, causando la morte di 150 persone.

Tante Guerre Sante e Laiche si sono dimostrate – come sempre – lotte di Potere per il Potere.  Nel mondo animale quando v’è lo scontro esso si verifica per definire il territorio adatto alla vita della specie, per trasmettere i geni più resistenti atti a perpetuare la specie, per fornirsi del cibo necessario a vivere e sopravvivere nei periodi difficili. Nel vissuto multimillenario dell’Uomo ciò che s’è tramandato è stato da un lato la Logica della Sopraffazione tramite guerre ed invasioni, dall’altro le Creazioni, le Edificazioni, le Invenzioni e Scoperte. L’odio, le guerre, il terrore creano Tsunami Emozionali nei singoli e nelle comunità, generano Mostri e Bestie, Drogati ed Infatuati, Aguzzini e Vittime intrisi di violenze e paure. Da anni tanti programmi SKY sono strutturati sul pathos, sulle paure, sulle ansie attanaglianti, sul macabro, tesi a trasformare la realtà in una infinita fiction truce. Facendo le debite proporzioni quantitative, la qualità delle fiction televisive e gli scenari di guerra e di terrore sono simili. E tanto è proposto ogni giorno a miliardi di spettatori di tutte le età. E che dire del vivere quotidiano delle grandi città, delle periferie, delle banlieue: esso è pervaso di amarezze, violenze e droghe d’ogni tipo. Chi gestisce il Potere fa svolgere ivi il lavoro sporco (?) di recupero, di ammortizzazione, di calmierazione ai creduli ed agli ingenui, a coloro che credono sinceramente nel salvataggio dei poveri e dei diseredati. Grandi meriti vanno a queste persone che fanno sacro l’impegno per aiutare l’Umanità in difficoltà, i poveri ed i sofferenti. I Potenti sono indifferenti sia alla vita miserabile che alla morte di milioni di persone. Chi non comprende che i Popoli tenuti in servitù e schiavitù, quelli che soffrono la fame e la sete, soggetti a patologie ed a mortalità – ad iniziare da quella infantile – sempre elevate, i Popoli dove non albergano speranze o aspettative di vita migliore, prima o poi sviluppano rancore, odio e voglia di vendetta verso i loro aguzzini. Le grandi discrepanze, differenze e dissonanze ( per nulla ridotte dal progresso ) generano odio, terrore e guerre. Gli atti di guerra e di terrorismo generano risposte simili. Distruzioni si aggiungono a distruzioni. L’odio richiama altro odio. Le contrapposizioni scavano solchi abissali.

OLTRE L’ODIO, IL TERRORE , LE GUERRE….E allora ? L’Umanità deve trovare altre vie, altri percorsi, altre soluzioni ai fallimenti millenari. E nella sua esperienza ha creato gli antidoti all’odio, alle guerre ed al terrore. L’Uomo ha inventato CIO’ CHE UNISCE: le Arti, le Scienze, la Musica, la Medicina. Tutte queste attività umane non sono esclusive di nessuno. Sono INCLUSIVE. Se i Popoli non imparano a liberarsi dalle trappole dei POCHI che detengono il Potere saranno prede, chissà per quanto tempo ancora, di odio, guerre e terrore.

Ora aguzzini, domani vittime in una rappresentazione crudele e ignobile.

Gennaro Mariniello





Informazioni sull'autore

- Raffaele Cecoro ([email protected]) Casertano, laureato in giurisprudenza con una forte passione per la scrittura e per la letteratura. Da qualche mese ha cominciato la stesura del suo primo romanzo e nel tempo libero redige un blog letterario multitematico, il suo stile è un ibrido di humor e serietà.