RECENSIONE| "L'ultimo minuto" di Marcelo Backes, il calcio come metafora della vita - Scrigno Magazine


Pubblicato: Gio, 10 Lug , 2014

RECENSIONE| “L’ultimo minuto” di Marcelo Backes, il calcio come metafora della vita

Una lunga partita di calcio come metafora della vita, un libro che tiene senza fiato fino all’ultima pagina. L’amore di un padre che non tiene conto delle reali attitudini del  figlio, una storia di sangue nel Brasile del Mundial.

Oggi su Scrigno – Scrittori in Orbita vi scriviamo de “L’ultimo minuto” romanzo dello scrittore brasiliano Marcelo Backes, noto in patria per essere traduttore di classici della letteratura tedesca e considerato uno dei più promettenti scrittori brasiliani contemporanei.

Questo di Backes è un romanzo attuale, la cui recensione casca a pennello a pochi giorni dalla vergogna del Minerao, nel bel mezzo del dramma sportivo che ha colpito il Brasile del pallone. “L’ultimo minuto” stupisce in ogni sua pagina, ed è proprio quando si crede di essere giunti alla comprensione del tutto che, con un contropiede letterario, l’autore ci riporta indietro e a dover riformulare nuove ipotesi circa l’epilogo delle vicende narrate . La trama è ben intricata, con un lessico lineare ma al contempo prezioso e ricco di patos.

La storia parte da un carcere brasiliano, luogo in cui si trova  João il rosso recluso per un crimine che verrà rivelato solo alla fine (all’ultimo minuto appunto), ed è proprio lo stesso protagonista che narrerà, come in un flusso di coscienza,  la propria vita ad un seminarista. João da uomo libero era un allenatore di calcio e voleva a tutti i costi fare di suoi figlio un grande calciatore, tuttavia il ragazzo mostrava scarse attitudini,  nonostante ciò decide di inserirlo nella formazione del club da lui  allenato facendo fuori un talentuoso attaccante per fargli spazio.

Marcelo Backes riesce a spiegare la vita attraverso il pallone, scrive un romanzo che diventa una lunga meditazione sull’amore e sulla trasformazione del mondo, lo scrittore ci descrive un’ umanità sempre più avulsa dalle passioni, un individuo che si concentra solo sulla vendita di se stesso, che diventa sempre più piegato al business e al denaro.

“L’ultimo minuto” è edito da Del Vecchio Editore giovane casa editrice romana che pubblica i suoi volumi in tre distinte collane: formelunghe, formebrevi, poesia. La prima si concentra sul romanzo: i classici moderni, le grandi scritture contemporanee e nessuna preclusione geografica o ideologica. Alle formebrevi appartengono invece: racconto, novella breve, short story e reportage, raccolte di pensieri e osservazioni, brevi saggi narrativi, ricordi, ritratti e miniature di paesaggio. La collana poesia propone in testo a fronte i maggiori poeti contemporanei internazionali.

VOTO 7,5

L’ultimo minuto 
di Marcelo Backes 
Traduzione di Roberto Francavilla e Virginia Caporali 
Del Vecchio Editore 
pp. 272, € 14.00 





Informazioni sull'autore

- Raffaele Cecoro ([email protected]) Casertano, laureato in giurisprudenza con una forte passione per la scrittura e per la letteratura. Da qualche mese ha cominciato la stesura del suo primo romanzo e nel tempo libero redige un blog letterario multitematico, il suo stile è un ibrido di humor e serietà.