Leone Editore presenta IL POZZO E IL PENDOLO di Edgar Allan Poe - Scrigno Magazine


Pubblicato: Mar, 15 Mar , 2016

Leone Editore presenta IL POZZO E IL PENDOLO di Edgar Allan Poe

In libreria a marzo 2016 un grande classico del terrore, una punizione a sorpresa, una condanna da eseguire senza fretta…

Immagine

A marzo 2016 Edgar Allan Poe torna protagonista delle Gemme, la collana di Leone Editore dedicata alla riscoperta dei classici della letteratura internazionale.

Dopo le apprezzate riedizioni de La caduta della Casa Usher (2011) e di Ligeia (2015), è ora la volta de Il pozzo e il pendolo, unanimemente considerato una delle vette della produzione dello scrittore bostoniano.

Pubblicato nel 1842, Il pozzo e il pendolo rimane tra i racconti più audaci di Poe, un incubo claustrofobico la cui perversa efficacia è amplificata a dismisura da una narrazione che inizia in medias res, senza alcun preambolo, e da un finale altrettanto fulmineo.

L’unica certezza posseduta dal lettore è che il protagonista, che rimane senza nome per tutto il racconto, è stato condannato a morte dall’Inquisizione spagnola. Alla lettura della sentenza l’uomo sviene, per risvegliarsi poi in una cella completamente buia. Solo il caso gli impedisce di precipitare nel pozzo che è stato scavato al centro della stanza.

Ma i suoi torturatori hanno previsto nel dettaglio ogni possibile suo gesto, e sono pronti a giocare una carta di riserva ancora più terribile: il racconto culmina così nella celebre scena in cui il protagonista si ritrova legato a un telaio di legno e circondato da topi voraci, mentre dal soffitto minaccia di calare sul suo cuore un enorme pendolo a forma di falce.

Il pozzo e il pendolo è riproposto in una nuova traduzione, con testo originale a fronte, e non mancherà di rinnovare l’interesse per un maestro che ha anticipato di decenni la virata della letteratura del Novecento verso i territori del surrealismo e dell’inconscio.

L’AUTORE

Edgar Allan Poe (Boston, 1809 – Baltimora, 1849) è tra i più grandi autori americani ottocenteschi. Precursore del romanzo poliziesco e di Conan Doyle, è anche narratore di gusto e carattere neogotico. Tra i suoi racconti più noti Il gatto nero, La caduta della casa Usher, Il cuore rivelatore, Ligeia e La maschera della morte rossa.





Informazioni sull'autore

- Raffaele Cecoro ([email protected]) Casertano, laureato in giurisprudenza con una forte passione per la scrittura e per la letteratura. Da qualche mese ha cominciato la stesura del suo primo romanzo e nel tempo libero redige un blog letterario multitematico, il suo stile è un ibrido di humor e serietà.